70 ANNI DI FRUTTA. 70 ANNI DI VIEL!

Per tutta la durata della nostra chiacchierata, il piacevole sottofondo del frullatore in funzione, mi ha fatto tornare indietro di 15 anni; a quando per me Viel significava il frullato della merenda in centro a Milano.
Viel,
che quest’anno festeggia 70 anni di attività, è ancora gestito a livello famigliare dagli stessi titolari che lo hanno reso un luogo storico per tutti noi Millenial.
Domenico Viel
e sua moglie Sonia mi hanno raccontato come le esigenze del mercato sono cambiate in questi anni ma anche come loro non hanno mai abbassato l’attenzione per la selezione delle materie prime, per la loro offerta e per i loro clienti.

Oggi dietro al bancone di Viel in Viale Monza a Milano, si trovano ancora ricette storiche di gelato inventate dal papà di Domenico e ricette innovative come quella del gelato alla Lucuma, che ho assaggiato per la prima volta in vita mia.

Viel
che dopo 70 anni ha sempre il marchio con la palma ma che ancora non ha svelato quale delle varie legende è vera: da chi dice che stia a ricordare le origini del negozio di frutta e verdura e chi invece narra che esiste perché la famiglia Viel fu la prima ad importare e vendere i datteri – al tempo offerti appunto in un sacchetto con la palma.

Quello che sappiamo con certezza è che la loro storia nasce negli anni ‘40 da una famiglia di venditori ambulanti che offrivano caldarroste d’inverno e gelati d’estate. Sappiamo che sono stati i fratelli Viel a cambiare le abitudini dei milanesi quando si parla di frutta e sono stati loro i primi importatori di frutta esotica da trasformare in frullati e gelati.

Oggi Viel, resta un nome che continua a far parte della quotidianità dei milanesi ma con una scelta più ampia e ricercata che spazia dai frullati dai gusti strani come quello di Goiaba dalla polpa rosa e dolce, profumata e perfetta per gli smoothie, a frullati più tradizionali affiancati a quelli di Babaco in Limited Edition, dalle Cremolate che sono le granite con il gelato, a piatti veloci come le insalate (ne trovate anche in varianti frutta) o ai Bagel con ricette inventate da Domenico.

Forse oggi non si andrà più all’ortomercato a comprare la frutta fresca giornaliera perché fortunatamente i sistemi di distribuzione si sono evoluti ma sicuramente si va ancora a caccia di frutta e come dice Domenico, a caccia di idee!

Tagged , , , ,