LANZAROTE – IL GIARDINO SEGRETO DEI CACTUS

Isola stupenda per tantissimi aspetti: sole che splende alto tutto l’anno, mare fantastico nel quale perdersi, vita governata da ritmi lenti e armoniosi. Un vero paradiso da scoprire e vivere.

Nel nord della piccola isola si nasconde uno dei luoghi più interessanti e strani dell’intero arcipelago delle Canarie.lanzarote_cactus
Nella piccola località di GUATIZA, comune di TEGUISE, al centro di un’area agricola caratterizzata da vaste piantagioni di fichi d’India, si erge il JARDIN DE CACTUS. Il complesso architettonico è stato realizzato da César Manrique, come moltissime altre opere dell’isola, e mantiene l’indissolubile binomio tra arte e natura, comun denominatore in tutte le sue creazioni.lanzarote_cactus1Il progetto nasce negli anni ’70 quando Manrique inizia a rivolgere la propria attenzione alla città di Guatiza. Qui le diverse conche del terreno, dovute alla prolungata estrazione di cenere vulcanica, erano state, nel tempo, utilizzate come discariche.
L’artista insiste perchè il Cabildo di Lanzarote acquisti il terreno, lo ripulisca e lo recinti. L’idea è ottima, ma solo negli anni ’80 si svilupperà il progetto del nuovo Centro di Arte, Cultura e Turismo e nel 1990 verrà inaugurato il giardino.

Raggiungerlo è facilissimo, le poche strade principali dell’isola sono tempestate da cartelli marroni che indicano le attrazioni di zona, una volta giunti nei pressi, un enorme cactus metallico, realizzato da Manrique, vi darà il benvenuto.lanzarote_cactus2Il giardino ospita più di 1400 cactus provenienti da tutto il mondo, dall’America all’Asia, al lontano Madagascar su una superficie di 5000mt quadrati creando un panorama surreale dal fascino estremo.
L’anfiteatro a pianta circolare prevede un percorso da fare in libertà e della durata di circa 2h, su e già tra dislivelli di pietra che accolgono i meravigliosi protagonisti pungenti.
Piccoli o grandi, con o senza fiori, a forma di pallone o snelli e alti come fiammiferi, tutti si presentano maestosi e fieri agli occhi di spettatori affascinati.lanzarote_cactus3Una curiosità in più.

Sulle pale dei fichi d’India, vive un minuscolo insetto parassitario, la “cocciniglia” (Dactylopius Coccus) dal quale, dopo un accurato processo di manifattura, si ottiene un intenso colorante color carminio.
Usato tradizionalmente come tintura tessile, attualmente questo colorante naturale è molto apprezzato nell’industria alimentare e cosmetica.

Non vi resta che volare a Lanzarote e andare a visitarlo!

Tagged , , , , , , , , ,