MAGICA IRLANDA. ALLA SCOPERTA DELLE CLIFFS OF MOHER

Ognuno di noi ha una lista di luoghi che vorrebbe visitare, ognuno di noi ha sogni da realizzare.
Quanti racconti ho sentito prima di vederle con i miei occhi!
Quante volte ho detto: “prima o poi andrò!” E così, un’ estate, sono andata davvero.
Le Cliffs of Moher che in gaelico irlandese significa “scogliere della rovina”, sono lunghe 8 km e rappresentano il fiore all’occhiello della contea di Clare.
Raggiungono un’ altezza massima di 216 metri e permettono, nelle giornate limpide, di scorgere le
Aran Islands, le montagne di arenaria rossa del Kerry e i monti del Connemara.dsc_0460
Se prima erano ad accesso libero, dal 2005 il sito ha subito un radicale cambiamento.
E’ stato infatti costruito un centro turistico di accoglienza con annesso un grande parcheggio asfaltato che ha suscitato notevoli polemiche da parte dei visitatori.
Anche il percorso sulla scogliera è variato leggermente.
Sono stati asfaltati alcuni sentieri e messi in sicurezza i camminamenti per impedire un facile accesso allo strapiombo e prevenire incidenti.

DSC_0493Le scogliere permettono infatti di camminare direttamente a strapiombo sul mare, percorso relativamente facile ma senza nessun tipo di protezione se non in rari punti davvero impegnativi.
L’ esperienza di vita è unica. Nelle giornate di vento leggero è possibile chiudere gli occhi e ascoltare il fischio dell’ aria che si insedia nelle intercapedini della roccia e che insieme al mare e alla sua foga violenta contro le scogliere, crea un’ atmosfera magica e surreale.
Tra le alte scogliere, nidificano numerosi uccelli marini che raggiungono annualmente i 30.000 esemplari tra cui le splendide pulcinelle di mare sparse nelle parti più isolate e ammassate in colonie sulla piccola e limitrofa Goat Island, le gazze, i cormorani, varie specie di gabbiani e anche qualche piccolo falco.
Una volta superato il centro di accoglienza, è possibile scegliere tra due
sentieri di distanza e difficoltà differenti; se andate di mattina vi consiglio di arrivare fino alle rovine situate nella parte sud e fermarvi a ammirare il
suggestivo e incantevole panorama per scoprire al meglio la forza della natura.
Sconsiglio invece di visitare le cascate in giornate ventose in quanto potreste riscontrare difficoltà ad avvicinarvi allo strapiombo che è senza dubbio la parte migliore!
Nonostante la voglia di superare le barriere sia moltissima, soprattutto per avere una migliore prospettiva fotografica, vi sconsiglio di farlo.cliff_moher_irlanda02
Le Cliffs of Moher sono conosciute anche per l’ alto numero di incidenti e decessi.
Se non siete ancora pieni di tanta bellezza, potete affrontare un ripido percorso tra il mare e i prati che
conduce a Doolin. Lì potrete imbarcarvi per Inishmore e visitare i tre singing pubs che propongono ogni sera musica dal ritmo travolgente con i bodhràn (tamburi) e le pipes (cornamuse) oltre ad offrirvi dell’ ottima birra irlandese.cliff_moher_irlanda04cliff_moher_irlanda03

Tagged , , , , , , , ,