Vita di lusso…ma vietato uscire dalla città. Benvenuti al Huaxi Village.

Ci hanno proibito di uscire di casa per 2 mesi per l’emergenza Covid19 e finalmente tra poco vedremo un po’ di luce. Questo ha destabilizzato parecchio molti italiani che non erano abituati a veder limitata la loro libertà.

Ma….cosa fareste se vi dicessero che potreste avere una vita lussuosa, guidare una macchina da urlo, avere un conto in banca di tutto rispetto…a patto di non uscire mai dalla vostra città?

Siamo in Cina, a Huaxi, nella provincia dello Jiangsu. Una piccola cittadina che si è autodichiarata la città più ricca della Cina con il suo modello di paese socialista.
Qui, in un villaggio conosciuto come “Il Miglior Paese sotto il Cielo”, fondato nel 1961 abitano circa 400 famiglie (2000 persone) che vivono nell’agio e con tutti i comfort ma con una sola regola: nessuno può andare via. Mai.

Tutti lavorano nelle industrie della città, guidano macchine di lusso e vivono in ville perfettamente identiche dotate di ogni comodità. Hanno un salario molto più alto della media cinese, un’assistenza sanitaria gratuita e soprattutto ogni cittadino è anche azionista della holding, Jiangsu Huaxi Jituan Gonsi, che controlla 58 imprese industriali e che è quotata in Borsa.
Ciò assicura ogni anno, un bonus finale in base ai profitti dell’azienda che neanche a dirlo sono enormi.

Qual è il prezzo per questa vita alla Truman Show?

Tutti lavorano sette giorni su sette, non possono licenziarsi ma soprattutto non possono andarsene dalla città. E’ concesso viaggiare ma ovviamente il tempo per farlo non c’è perché si è tutti impegnati a produrre a più non posso e per questo il partito che guida la città ha pensato di costruire all’interno della stessa una statua delle Libertà, una Torre Eiffel e anche un Arco di Trionfo.

La comunità celebra ovviamente matrimoni solo fra abitanti di Huaxi e tutti sono ben consapevoli dell’unica vera regola: se sgarri vieni cacciato e perdi tutto.

Un sogno o un incubo?

Dato che nel 2011 hanno festeggiato i primi 50 anni del villaggio posso ben pensare che arrivino a festeggiarne 100, 150, 200…

Huaxi è visitabile e ogni anno sono molti i turisti che provano ad abbattere il muro di riservatezza della comunità ma riuscire a entrare in contatto con i locali è opera ardua e difficile, se poi sei un giornalista non provarci neanche.

Peccato non averla scoperta quando sono stata in Cina, non me la sarei fatta scappare.

Tagged , ,